Visarte Svizzera informa regolarmente tramite newsletter sulle ultime novità in materia. Registrati qui per ricevere la nostra newsletter.

Comunicato stampa Taskforce Culture 21 ottobre 2021

 

8 settembre 2021
Obbligo del certificato

A lunedì 13 settembre 2021, il certificato sarà obbligatorio all’interno delle strutture culturali e per il tempo libero e alle manifestazioni al chiuso. Questo obbligo è attualmente limitato fino al 24 gennaio 2022.

Comunicato stampa della Confederazione (PDF)

Comunicato stampa Taskforce Culture (PDF)

 

 

24 giugno 2021
La situazione reddituale degli operatori culturali è peggiorata ulteriormente

Per la terza volta dal 2006, Suisseculture Sociale ha rilevato la situazione reddituale degli operatori culturali professionisti in Svizzera – i risultati sono sconfortanti. Se nel 2016 il 50% dei lavoratori culturali guadagnava 40’000 franchi o meno, nel 2021 la proporzione è salita a poco meno del 60% – staccata dagli effetti dell’attuale crisi della Covid 19. La sicurezza sociale degli operatori culturali in Svizzera si è rivelata sia in caso di pensionamento che di perdita di guadagno ancora insufficiente. Nonostante gli sforzi degli ultimi vent’anni i progressi sono minimi.

Comunicato stampa Suisseculture Sociale del 24.6.2021 (PDF)

Rapporto finale dello studio «La sicurezza sociale degli operatori culturali» del 24.6.2021 (PDF)

 

8 giugno 2021
Presa di posizione sul certificato Covid

La Taskforce Cultura prende una posizione chiara e critica sulla questione del certificato Covid; nelle
scorse settimane ha difeso di fronte a politici e istituzioni il suo parere, di cui riprende e riassume in
seguito gli aspetti principali.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 8.6.2021 (PDF)

 

1 giugno 2021
Estate culturale?
Questioni importanti per la cultura nella sessione parlamentare estiva attualmente in corso.

Nella sessione in corso, il Parlamento dovrà ancora una volta decidere su questioni di vitale importanza per la cultura: maggiori fondi per le compensazioni IPG Cultura e i progetti di ristrutturazione, aiuti finanziari per le associazioni culturali amatoriali, fondi per lo scudo protettivo e estensione delle IPG Corona.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 1.6.2021 (PDF)

 

27 maggio 2021
Il 13 giugno 2021, il settore culturale dirà SÌ al progetto di legge Covid-19
Un SÌ forte e chiaro: anche per la cultura!

Il comparto culturale ha bisogno di sostegno!
L’argomentazione dettagliata di Suisseculture sulla Legge Covid-19 si trova qui.
Il 13 giugno 2021 si voterà sulla Legge Covid-19. Può trovare informazioni dettagliate qui.

 

25 maggio 2021
La cultura ai tempi del Corona: breve rapporto sulla situazione

Le attuali condizioni non permettono ancora alla maggior parte degli operatori e delle imprese culturali di organizzare manifestazioni artisticamente e finanziariamente sostenibili, e questo comporta che solo piccoli segmenti del settore culturale svizzero si stiano risvegliando dal coma artificiale. Nonostante si cominci a vedere la luce in fondo al tunnel, per preservare la diversità culturale del nostro Paese è fondamentale che il sostegno finanziario continui a essere assicurato a medio e lungo termine. Inciampare in dirittura d’arrivo avrebbe esiti fatali.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 25.5.2021 (PDF)

 

14 aprile 2021
Cultura dal vivo e in sicurezza!

In linea di massima, il settore culturale svizzero accoglie con favore la graduale ripresa delle manifestazioni culturali. Dopo un anno senza cultura in presenza c’è una chiara consapevolezza: abbiamo tutti bisogno di momenti culturali dal vivo e grazie a piani di protezione efficaci possiamo tornare ad accogliere il nostro pubblico senza timori!

Comunicato stampa Taskforce Culture del 14.4.2021 (PDF)

 

9 aprile 2021
Ordinanza Covid-19 Cultura: miglioramenti puntuali per gli operatori culturali, anche se alcuni problemi permangono

Le modifiche all’Ordinanza Covid-19 Cultura adottate dal Consiglio federale lo scorso 31 marzo migliorano nettamente la situazione di molti operatori culturali e nel loro complesso sono accolte con favore. Ciò nonostante vi sono ancora alcune questioni importanti che rimangono insoddisfatte, se non addirittura irrisolte. Questo rispecchia gli esiti della sessione parlamentare primaverile in cui alcune tematiche fondamentali sono state affrontate, mentre altri importanti problemi non hanno trovato risposta.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 9.4.2021 (PDF)

 

31 marzo 2021
Modifiche all’ordinanza Covid-19 cultura

Il 31 marzo 2021, il Consiglio federale ha modificato per la seconda volta l’ordinanza culturale Covid-19. Tutte le informazioni sui cambiamenti possono essere trovate sul sito web dell’Ufficio federale della cultura UFC.

Misure per attenuare l’impatto economico

Inoltre, dal 31 marzo, l’Ufficio federale della cultura UFC informa tramite newsletter sugli ultimi sviluppi delle misure di sostegno della Confederazione. È possibile iscriversi alla newsletter tramite il seguente link:

https://www.bak.admin.ch/newsletter-covid19cultura

 

25 marzo 2021
Ancora nessuna prospettiva per le manifestazioni culturali

Lo scorso 19 marzo il Consiglio federale ha deciso di mantenere in vigore il divieto per le manifestazioni culturali, e anche le possibilità di prova per le organizzazioni amatoriali continuano a essere soggette a numerose limitazioni. La primavera è già qui, ma il letargo decretato per la cultura è stato prolungato a tempo indeterminato.

Nella sua ultima sessione, il Parlamento ha adattato al prorogato divieto di lavoro alcune delle misure di compensazione previste dalla legge Covid-19, soddisfacendo le principali richieste delle associazioni culturali; ciò nonostante il disastro cresce di giorno in giorno, le riserve sono ormai esaurite, e dopo 13 mesi di crisi non c’è ancora nessuna prospettiva concreta.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 25.3.2021 (PDF)

 

28 febbraio 2021
Comunicato stampa della Taskforce Culture sulla decisione del Consiglio federale e sulla sessione primaverile del Parlamento

Mentre la cultura rimane in gran parte chiusa, migliaia di operatori culturali chiedono al Parlamento di colmare le lacune!

Comunicato stampa Taskforce Culture del 28.2.2021 (francese)

Comunicato stampa Taskforce Culture del 28.2.2021 (tedesco)

 

24 febbraio 2021
Petizione della Taskforce Culture ai parlamentari federali

La Taskforce Culture ha lanciato una petizione con richieste e aspettative al Consiglio federale e al Parlamento. Alcuni aspetti sono già stati concretizzati, anche grazie al vostro aiuto. Sussistono però ancora numerose lacune e le procedure per poter accedere alle compensazioni sono complicate e poco efficaci. Gli aiuti di cui il settore culturale ha bisogno con urgenza arrivano troppo lentamente o non arrivano affatto!

Le aspettative della Taskforce Culture sono semplici e costruttive:

  • Ovviare alle attuali lacune eviterà costi aggiuntivi futuri che graveranno comunque sullo Stato. Misure efficaci consentiranno il mantenimento delle professioni in ambito culturale e ci permetteranno di riprendere il nostro lavoro non appena la situazione sanitaria lo permetterà.
  • L’accesso semplificato alle indennità offrirà un aiuto rapido, alleggerendo così le autorità dalle numerose e complesse procedure burocratiche.

Clicca qui per la petizione – per favore firmala e condividila!

La formulazione dettagliata e gli esempi esplicativi possono essere trovati alla pagina www.taskforceculture.ch

 

25 gennaio 2021
Insieme per la ripartenza della vita culturale svizzera

Le associazioni di operatori e imprese culturali professionisti e le associazioni culturali amatoriali svizzere – riunite nella Taskforce Cultura – hanno incontrato oggi il consigliere federale Alain Berset e i responsabili degli uffici federali della cultura, della sanità pubblica e delle assicurazioni sociali, oltre che della Segreteria di Stato dell’economia. Esse hanno sottolineato l’importanza di mettere in opera misure di compensazione il più complete possibile e di sviluppare insieme prospettive per il futuro.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 25.1.2020

 

11 gennaio 2021
Il settore culturale svizzero in coma artificiale!

Da circa 11 mesi, il settore della cultura e degli eventi è soggetto a un vero e proprio divieto di lavoro. Ciò tocca circa 270.000 operatori culturali e circa 63.000 imprese culturali. Se da un lato comprendiamo l’estensione pianificata delle misure contro la pandemia dal punto di vista della politica sanitaria, dall’altro i divieti di lavoro e di eventi rappresentano una massiccia interferenza nella libertà economica e artistica. Una compensazione semplice, rapida ed efficace è quindi essenziale. Inoltre, è ora necessaria una strategia per la ripresa della vita culturale, anche nell’interesse della popolazione che vuole partecipare ad eventi culturali o che è culturalmente attiva. Queste urgenti richieste sono state affrontate dall’associazione intercategoriale «Taskforce Culture» nella sua lettera inviata al Consiglio federale.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 11.1.2020 (francese)

Comunicato stampa Taskforce Culture del 11.1.2020 (tedesco)

Parallelamente a questo comunicato stampa, la Taskforce Culture ha scritto una lettera al Consiglio federale:

Dichiarazione del settore culturale sulla prevista estensione del confinamento culturale (in tedesco)

 

20 dicembre 2020
Il Parlamento estende il sostegno alla cultura

Con il secondo blocco della cultura, il Parlamento, su mandato del Consiglio federale, ha ripreso la discussione sulle misure di sostegno per questo settore particolarmente colpito. Durante il dibattito sulle differenze tra le due camere del Parlamento, sono state discusse nuove mozioni sulla legge Covid-19 a causa del peggioramento della situazione. La Taskforce Culture è soddisfatta e sollevata dagli adeguamenti raggiunti, che vanno a colmare le lacune su cui aveva attirato l’attenzione la scorsa settimana.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 20.12.2020 (francese)

Comunicato stampa Taskforce Culture del 20.12.2020 (tedesco)

 

10 dicembre 2020
Un altro blocco della cultura senza risolvere le lacune del sistema di sostegno e senza una strategia di rilancio del settore?

Durante la sessione invernale del 2020, il Parlamento si è nuovamente occupato della legge Covid 19. Secondo la Task Force Cultura (TFC), ha perso l’opportunità di colmare importanti lacune nelle misure di sostegno. Ciononostante, il Parlamento ha approvato la proposta del Consiglio federale di reintrodurre nella legge l’indennità di disoccupazione parziale per i lavoratori temporanei. Tuttavia, al momento si sta discutendo di un blocco totale della cultura.

Comunicato stampa Taskforce Culture del 10.12.2020 (francese)

Comunicato stampa Taskforce Culture del 10.12.2020 (tedesco)

 

16 novembre 2020
Incontro tra il consigliere federale Alain Berset e rappresentanti del mondo della cultura svizzero

Il capo del Dipartimento federale dell’interno Alain Berset ha incontrato oggi a Berna una delegazione di rappresentanti di diversi ambiti culturali. Al centro del colloquio, la precaria situazione in cui si trova il mondo della cultura svizzero a causa della pandemia di COVID-19.

Comunicato stampa della Segreteria generale DFI del 16.11.2020

Corona-Krise hat das kulturelle Leben lahmgelegt (SRF Tagesschau del 16.11.2020, in tedesco)

 

12 novembre 2020
Aiuti d’emergenza di Suisseculture Sociale prorogati fino al 31 dicembre 2021

La Legge Covid-19 Cultura decreta l’estensione degli aiuti d’emergenza stanziati attraverso Suisseculture Sociale. Allo stato attuale delle cose, senza fonti di reddito e con l’abolizione delle compensazioni per la perdita di guadagno,la situazione degli operatori culturali sta diventando sempre più critica rendendo gli aiuti d’emergenza ancora più urgenti. Poiché l’elaborazionedelle richieste può richiedere anche diverse settimane, Suisseculture Sociale raccomanda a tutti gli operatori culturali che si trovano in difficoltà finanziaria di presentare subito la loro richiesta senza attendere che le riserve siano esaurite.

Comunicato stampa Suisseculture Sociale del 12.11.2020 (PDF)

 

30 ottobre 2020
La diversità culturale rischia di scomparire, ora sono necessarie misure di sostegno!

Il 28 ottobre il Consiglio federale ha deciso di mantenere le manifestazioni culturali fino a un massimo di 50 persone. Le discoteche e le sale da ballo devono chiudere. Le prove delle associazioni culturali in ambito laico sono possibili solo con un massimo di 15 persone. I cori amatoriali non possono più provare. Abbiamo bisogno del pagamento di aiuti finanziari a brevissimo termine e dobbiamo anticipare il futuro delle attività culturali a medio termine. Le associazioni culturali devono assolutamente partecipare alle discussioni e alle decisioni dello Stato. Solo così il settore culturale può prevedere la sua sopravvivenza. E così costruire le proprie prospettive di lavoro per il futuro.

Communicato stampa Taskforce Culture 30.10.2020 (francese)

Communicato stampa Taskforce Culture 30.10.2020 (tedesco)

 

25 ottobre 2020
Il settore culturale ha bisogno di chiarezza e di regole uniformi

Communicato stampa Taskforce Culture 25.10.2020 (francese)

Communicato stampa Taskforce Culture 25.10.2020 (tedesco)

 

25 settembre 2020
Sessione autunnale all’insegna della cultura

In questa sessione, i temi della cultura hanno ottenuto l’ampio e forte sostegno del Parlamento. È stata dunque più che riconosciuta l’importanza del ruolo che la cultura svolge nella società. Un segnale decisamente positivo per il settore culturale! L’intenso lavoro di comunicazione di Taskforce Culture nel contesto della crisi Covid 19 ha contribuito ad accrescere l’attenzione e la sensibilità del mondo politico nei confronti delle figure professionali che operano nel settore. Inoltre, si è rafforzato il dialogo fra gli esponenti della Confederazione e delle associazioni del settore che intervengono attivamente a livello sociale, politico e culturale. Da entrambe le parti è stato espresso il desiderio di dare continuità, anche in futuro, all’impegno di Taskforce Culture.

Al termine della sessione autunnale, il Parlamento ha deliberato due atti importanti per il settore culturale svizzero: la Legge Covid 19 e il Messaggio sulla cultura 2021-2024.

Communicato stampa Taskforce Culture 25.9.2020 (PDF)

Chiarimenti per il comunicato stampa del 25.9.2020 (PDF)

Sito Internet Ufficio federale della cultura: la legge COVID 19 approvata dalle Camere

 

8 settembre 2020
Esigenze della Taskforce Culture sulla legge Covid-19

Nella sessione autunnale, il Parlamento svizzero negozierà la legge Covid 19. La cultura è inclusa nel disegno di legge, ma ci sono punti della legge che devono assolutamente essere adattati. La Taskforce Culture, di cui Visarte fa parte, ha raccolto le preoccupazioni più importanti riguardanti la legge Covid 19.

Taskforce Cultura – Le principali preoccupazioni del settore culturale svizzero riguardo alla legge Covid 1:
Versione francese (PDF)
Versione tedesca (PDF)

 

26 agosto 2020
Per il settore culturale, la legge Covid-19 deve essere adottata e attuata in modo mirato

Dall’inizio della crisi, il Consiglio federale e i politici hanno ripetutamente dichiarato di non voler trascurare il settore culturale. La legge Covid-19 è attualmente all’esame delle commissioni del Parlamento federale. Finora, l’inclusione della cultura nella legge è stata accolta molto bene, il che è fonte di soddisfazione per tutto il settore culturale. La cultura accoglie con favore la proposta delle Commissioni della scienza, dell’educazione e della cultura (CSEC) di entrambe le Camere di aumentare l’importo del risarcimento per la perdita di guadagno da 80 a 100 milioni di franchi.

Come mostra un nuovo sondaggio tra i professionisti della cultura, la continuazione mirata delle misure di sostegno per le persone colpite non è un trattamento speciale, ma una necessità per la sopravvivenza.

Communicato stampa Taskforce Culture 26.8.2020 (francese)

Communicato stampa Taskforce Culture 26.8.2020 (tedesco)

 

10 luglio 2020
Risposta della consultazione del settore culturale svizzero al progetto di legge Covid-19

Con uno sforzo straordinario, la Taskforce Culture dell’Interassociazione ha preparato una dichiarazione per il settore culturale svizzero e l’ha presentata alla Cancelleria federale. 84 associazioni e fondazioni culturali hanno firmato. Così, nel breve periodo di consultazione di 3 settimane, il settore culturale svizzero, fortemente malconcio, è riuscito a fare una dichiarazione unanime e forte.

Opinione Taskforce Culture 10.7.2020 (francese)

Opinione Taskforce Culture 10.7.2020 (tedesco)

Communicato stampa Taskforce Culture 10.7.2020 (francese)

Communicato stampa Taskforce Culture 10.7.2020 (tedesco)

 

7 luglio 2020
Suissculture pubblica un film d’animazione che spiega le misure di sostegno Covid-19

Filmato esplicativo Misure di sostegno Covid 19
Filmato di Estelle Gattlen, sounddesign: Loïc Kreyden, musica: Luzius Bauer

 

30 giugno 2020
Il settore svizzero della cultura e dello spettacolo chiede il prolungamento dell’indennità per il lavoro ridotto e per la perdita di guadagno.

Senza preavviso, il 20 maggio è stato deciso che l’indennità per l’orario ridotto per le persone che occupano un posto di lavoro simile a quello del datore di lavoro sarà interrotta alla fine di maggio. Inoltre è stato fortemente limitato anche l’accesso all’indennizzo corona per i lavoratori autonomi a partire da metà maggio. Il settore della cultura e dello spettacolo invita il Consiglio federale a prorogare e a garantire queste misure macroeconomiche prima della pausa estiva, al fine di evitare che il settore della cultura sia chiaramente definito e di preservare la diversità culturale in Svizzera.

Communicato stampa Task Force Culture 30.6.2020 (francese)

Communicato stampa Task Force Culture 30.6.2020 (tedesco)

 

3 giugno 2020
La taskforce «Corona misura la cultura» fa appello al Parlamento per ottenere sostegno

Appello al Parlamento in tedesco

Appello al Parlamento in francese

 

13 maggio 2020
Il Consiglio federale decide di prorogare il sostegno al settore culturale fino al 20 settembre

Comunicato stampa del Consiglio federale 13.5.2020

Comunicato stampa Suisseculture 13.5.2020

Newsletter Visarte 13.5.2020

 

11 maggio 2020
Campagna #realcoronahelp

SONART – Associazione Svizzera di Musica lancia una campagna sui social media con l’obiettivo di attirare l’attenzione dei media e dei politici sui problemi specifici degli operatori culturali autonomi nella crisi occupazionale della Corona. Sotto l’hashtag #realcoronahelp, gli interessati possono riportare le loro esperienze con la perdita di guadagno di Corona.

Video della campagna (francese)

Video della campagna (tedesco)

 

1° maggio 2020
Il settore culturale ha bisogno di una continuazione delle misure Covid 19 per attenuare le conseguenze economiche

A nome di Suisseculture e Suisseculture Sociale, la taskforce Misure Corona Cultura chiede la prosecuzione delle misure di sostegno oltre il 20 maggio 2020.

Comunicato stampa di Suisseculture del 1.5.2020 (francese)

Comunicato stampa di Suisseculture del 1.5.2020 (tedesco)

 

29 aprile 2020
Ulteriore allentamento dei provvedimenti dall’11 maggio 2020 – potranno riaprire i musei

Comunicato stampa del Consiglio federale 29.4.2020

 

6 aprile 2020
Sostegno COVID per il settore culturale: è ora possibile inoltrare le richieste di sostegno.

Il portale per le richieste per gli aiuti d’emergenza di Suisseculture Sociale secondo l’Ordinanza del Consiglio federale COVID cultura è online.

Gli operatori culturali che, a seguito delle misure di lotta contro il Coronavirus (COVID-19), si sono trovati in una situazione di emergenza economica a causa della quale non sono più in grado di coprire le loro spese di sostentamento immediato, possono presentare una richiesta per un aiuto d’emergenza ai sensi degli art. 6 e 7 dell’Ordinanza COVID cultura attraverso il portale nothilfe.suisseculturesociale.ch. Le domande possono essere inoltrate unicamente tramite il modulo online.

Ai sensi dell’Ordinanza COVID 19 sulla perdita di guadagno, per poter presentare una richiesta per un aiuto d’emergenza a Suisseculture Sociale, è indispensabile aver già presentato una richiesta di indennità per la perdita di guadagno (IPG) alla propria cassa cantonale di compensazione (AVS/AI).

In base al contratto di prestazione con l’Ufficio federale della cultura e Pro Helvetia, Suisseculture Sociale può accettare le richieste solo fino al 20 maggio 2020.

Importante: Se vi accorgete che senza un rapido aiuto finanziario non siete più in grado di provvedere, in tutto o in parte, alla vostra sussistenza, non esitate a presentare una richiesta di aiuto. Non aspettate di aver dato fondo ai vostri ultimi risparmi. Gli aiuti d’emergenza, infatti, contemplano una certa quota di esenzione fiscale. Se avete problemi a compilare la domanda o se avete domande di comprensione, contattate il nostro ufficio office@visarte.ch. Lasciatevi aiutare anche dal vostro ambiente sociale – la domanda elettronica può essere inviata da un altro indirizzo e-mail. Ulteriore informazioni sull’aiuto finanziario si trovano nella nostra guida.

Sito Web Suisseculture Sociale

Comunicato stampa di Suisseculture 6.4.2020

Newsletter Visarte 6.4.2020

 

24 marzo 2020
Spiegazione delle misure approvate dal Consiglio federale per il settore della cultura.

Le misure stabilite dal Consiglio federale nell’Ordinanza COVID cultura si articolano in due pilastri principali, a cui si aggiungono le misure macroeconomiche che verranno attuate attraverso la compensazione della perdita di guadagno.

Tutte le spiegazioni relative agli aiuti finanziari sono contenute nelle nostre linee guida.

 

20 marzo 2020
Il Consiglio federale adotto un pacchetto straordinario d’emergenza che comprende in particolare misure a sostegno del settore culturale.

Comunicato stampa del Consiglio federale 20.3.2020

Comunicato stampa di Suisseculture 20.3.2020

Newsletter Visarte 20.3.2020

 

16 marzo 2020
Raccolta dati – Perdita di tasse dovute al Coronavirus

Avete perso le tasse a causa di eventi e mostre annullate a causa del coronavirus? Compila il modulo su SONART (sito web in francese)! Più casi documentati possiamo dimostrare, meglio possiamo mostrare cosa significano per gli artisti le decisioni della Confederazione e dei Cantoni. Vi terremo informati su ulteriori decisioni. Naturalmente tutte le informazioni saranno trattate in modo confidenziale.

 

13 marzo 2020
Il Consiglio federale introduce misure per sostenere l’ambito culturale.

Comunicato stampa del Consiglio federale 13.3.2020

Comunicazione Pro Helvetia 13.3.2020

 

12 marzo 2020
Audizione Ufficio federale della cultura UFC e Pro Helvetia

I rappresentanti del settore culturale e dell’industria degli eventi hanno incontrato ieri, giovedì, l’Ufficio federale della cultura UFC e Pro Helvetia duranteun’audizione a Berna. Il loro obiettivo comune è quello di preservare il variegato paesaggio culturale della Svizzera, nonché i luoghi, gli organizzatori e i posti di lavoro. Per raggiungere questo obiettivo, tutti gli attori in campo devono andare nella stessa direzione. È necessario un intervento rapido per prevenire o almeno mitigare i danni causati dalla “crisi da coronavirus”che potrebbe avere un impatto duraturo sul settore in particolare, ma anche sullo sviluppo economico del Paese nel suo complesso.

Comunicato stampa di Suisseculture 12.3.2020

Newsletter Visarte 13.3.2020

Ulteriori informazioni sul sito web dell’UFC