Il virus Corona sconvolge le nostre vite in modo inimmaginabile. La situazione eccezionale non ha fine, e anche se le restrizioni culturali, sociali ed economiche vengono allentate, il mondo non tornerà più lo stesso.

Nel maggio 2020 Visarte e «die zukunft kuratieren» hanno lanciato il «Visarte Corona Call», un premio per le arti visive al tempo della crisi. Il «Visarte Corona Call» ha lo scopo di raccogliere «testimonianze» artistiche della crisi Covid 19, per riunirle in una banca dati accessibile al pubblico. Potevano candidarsi opere che avessero un riferimento all’attuale situazione di crisi e offrissero un contributo alla riflessione sulle condizioni e le esperienze di uno stato di emergenza mai vissuto prima d’ora.

Le opere conformi e acquisite ammontano a 683: la partecipazione ha superato ogni aspettativa, confermando quanto il tema sia diventato virale fra le artiste e gli artisti.

Il 18 agosto, la giuria composta da esperte ed esperti accreditati – Tobia Bezzola, Christoph Doswald (presidenza), Peter Fischer, Antonia Nessi, Maya Rochat e Una Szeemann – ha designato sei premiate e premiati. Il monte premi stanziato ammontava in totale a 24.000 fr.

Beni Bischof, Aino Dudle, Rosanna Monteleone, Nicolas Polli, Anna Rudolf e Gregor Vogel hanno ricevuto ciascuno un premio di 4.000 fr.

La giuria ha inoltre espresso l’intenzione di organizzare una mostra con una selezione delle opere e dei progetti acquisiti, che dovrà essere allestita in diverse aree del territorio nazionale. A tale scopo è stata selezionata una rosa di 39 artiste e artisti o gruppi:

Altre informazioni sono disponibili su: www.corona-call.visarte.ch