Il reddito annuale degli artisti svizzeri è di circa 40’000 Frs. Benchè esercitino nel contempo altre attività lucrative non artistiche, più della metà degli artisti vivono in modo precario e non dispongono d’alcuna  previdenza vecchiaia oltre l’AVS.

L’organizzazione centrale Suisseculture Sociale che raggruppa le associazioni degli artisti professionali allo scopo di migliorare la loro previdenza sociale, ha intrapreso nel 2006, per la prima volta, un inchiesta sul reddito e la previdenza sociale degli artisti. Nel 2016, dieci anni dopo, una nuova inchiesta è stata effettuata presso i membri di 19 associazioni  professionali d’artisti facenti parte dell’organizzazione centrale Suisseculture (www.suisseculture.ch). L’evaluazione dei 2422 ritorni ha provato una volta ancora le lacune della previdenza sociale degli artisti: assenza di previdenza vecchiaia e bassi redditi.

Per Suisseculture Sociale, i risultati di questa inchiesta dimostrano chiaramente la situazione precaria nella quale si trovano gli artisti in Svizzera. È per questo che  quest’organizzazione centrale chiede al mondo politico e alla società di prendere sufficientemente in conto le specificità dello statuto d’artista in materia di previdenza sociale. In questo senso, Suisseculture Sociale apprezza le misure di previdenza sociale per artisti e attori culturali raccomandate dalla Conferenza delle città in materia culturale.

Verso il comunicato stampa sul reddito e la previdenza sociale degli artisti professionisti della Svizzera (PDF) (francese)

Verso l’inchiesta sui redditi e la previdenza sociale degli artisti (PDF) (francese)

Racccomandazioni d’azione della Conferenza delle città in materia culturale, concernente la previdenza sociale degli artisti e attori culturali (francese)